Carissimi parrocchiani,
buon pomeriggio. Vi comunico che oggi termina ufficialmente il mio periodo di quarantena e potrò quindi di nuovo prendere parte alle attività e alle celebrazioni della nostra comunità. Colgo l’occasione per condividere con voi le motivazioni che hanno reso necessarie tali misure precauzionali. Nei giorni successivi alla riunione di programmazione tenutasi in parrocchia mercoledì 28 aprile con alcuni catechisti, uno dei partecipanti è risultato positivo al COVID. Ci tengo a precisare che la catechista in questione era ignara della positività il giorno dell’incontro e non manifestava alcun sintomo. Nonostante la riunione si sia svolta nel pieno rispetto di tutte le norme igienico-sanitario previste (utilizzo della mascherina FFP2 da parte di tutti i partecipanti, distanziamento e aerazione dei locali, sanificazione degli ambienti e delle mani), insieme alle autorità sanitarie si è ritenuto comunque opportuno entrare in una quarantena fiduciaria di 12 giorni, a scopo puramente precauzionale. Dopo i primi 6 giorni della quarantena, durante la quale nessuno ha manifestato sintomi, gli interessati hanno effettuato il tampone rapido con esito negativo. Al termine dei 12 giorni, il secondo tampone è risultato nuovamente negativo per tutti. Il pieno rispetto del protocollo sanitario ha quindi evitato la diffusione del virus, mantenendo il caso isolato. In allegato, i referti del tampone rapido e del tampone molecolare da me effettuati.

In fede

Il vostro parroco